Salta al contenuto
Rss



Nuovo parco comunale "Barone Ettore Mazzonis"

Sabato 24 maggio 2008 alle ore 16,30 è stato inaugurato il nuovo Parco Comunale che è stato intitolato alla memoria del Barone Ettore Mazzonis.
E' stato un giorno molto importante per la comunità pontese che ha potuto dare il giusto riconoscimento storico a chi ha dato lavoro e benessere a Pont nella prima metà del novecento.
La realizzazione del nuovo Parco è stata possibile grazie ad un contributo di euro 100.000,00, ottenuto con un emendamento collegato alla Legge Finanziaria per l'anno 2006, presentato dall'On. Michele Vietti, che era presente all'inaugurazione assieme agli eredi del barone Ettore Mazzonis e a tantissimi pontesi.
Il nuovo parco è uno spazio accogliente nel centro del paese, con aree verdi e un anfiteatro all'aperto che può ospitare anche spettacoli e manifestazioni.
La manifestazione è stata allietata da un concerto dell'Accademia Filarmonica "Aldo Cortese" di Pont Canavese diretta dal maestro Andrea Ferro.




Ettore Mazzonis barone di Pralafera

Nato a Torino nel 1853, deceduto, dopo lunga malattia, nella sua casa di Torino il 15.03.1932.
Nel 1906 acquista con i suoi fratelli l'industria tessile Laeuffer di Pont Canavese, potenziandone lo sviluppo e favorendo quindi l'occupazione per i primi 50 anni del '900.
"Chiudeva la sua vita attivissima e feconda di opere, dopo lunga malattia, nella sua casa di Torino, il 15 marzo 1932.
Grande industriale, stimato per le iniziative che diedero lavoro a tanti operai, ma anche per la sua bontà di cuore, beneficò largamente le istituzioni e le opere a carattere sociale, culturale e religioso."
Con questo necrologio il bollettino salesiano ricordava un suo benefattore: Ettore Mazzonis barone di Pralafera definendone in pochi tratti la personalità.
Industriale calato nel suo tempo, nominato cavaliere del lavoro il 30.12.1906, attento certo ai profitti delle sue industrie, ma anche al benessere degli operai, uomo generoso e sensibile verso gli anziani ed i malati.
Ne sono testimonianza :

  • la donazione di £. 150.000, effettuata nel 1925 al nostro ospedale per la costituzione di un reparto che potesse ospitare gli inabili e i vecchi bisognosi, ma anche la quantità di biancheria da letto e quant'altro che la Manifattura continuò a fornire alla struttura;
  • l'istituzione della Casa operaia, convitto retto dalle Suore della Carità, per le giovani operaie alla scopo "di fornire istruzione morale, civile e domestica necessaria per il loro avvenire";
  • l'apertura dello spaccio e della mensa per gli operai: nella mensa veniva preparato un pasto caldo (minestra) da portare a casa con il "barachin";
  • del nido per i bambini le cui madri rientravano dopo 40 giorni al lavoro e dovevano essere allattati;
  • la costruzione delle case operaie, con accanto il gioco delle bocce e la pista da ballo;
  • l'avvio di una scuola professionale per preparare operai specializzati che diventerà successivamente Avviamento Professionale;
  • Il sostegno a tutte le opere a sfondo sociale, pacchi dono, carbone ecc.. attraverso la Congregazione di Carità;
  • Il sostegno alle istituzioni educative (scuola materna in primis) e culturali (banda, filodrammatica, ecc..) : la banda aveva la casa della musica all'interno dello stabilimento e le divise erano sempre offerte dalla Manifattura stessa: il salone della Manifattura era usato anche per le feste;
  • Il generoso contributo alle opere parrocchiali e al mantenimento delle chiese e delle cappelle.







Inizio Pagina Comune di PONT CANAVESE (TO) - Sito Ufficiale
Via Marconi n.12 - 10085 PONT CANAVESE (TO) - Italy
Tel. (+39)0124.862511 - Fax (+39)0124.84873
Codice Fiscale: 83501970012 - Partita IVA: 02413750015
EMail: info@comune.pontcanavese.to.it
Posta Elettronica Certificata: pont.canavese@cert.ruparpiemonte.it
Web: http://www.comune.pontcanavese.to.it


|