Salta al contenuto
Rss





I Ponti di Pont Canavese

Un ponte lo sto attraversando ed un altro lo vedo poco lontano; ma quanti ponti!
immagine ingrandita I Ponti di Pont Canavese (apre in nuova finestra) Hai ragione e questi non sono gli unici ponti che si devono attraversare per entrare in Pont. Il paese sorge infatti alla confluenza fra Orco e Soana, i due torrenti da cui prendono il nome le valli, ed i ponti che scavalcano i torrenti sono numerosi.
Pensa che uno di questi è un ponte sospeso: noi lo chiamiamo "punt ch'a biauta".

E dove si trova?
Uscendo dal centro abitato verso Sparone; più a monte un ponte scavalca l'Orco per raggiungere la borgata Boetti, mentre a valle un altro, " 'l punt d'la furnas", così chiamato perché un tempo sorgeva nei pressi una fornace di calce, permette di arrivare in Oltreorco e raggiungere la S.S. 460 che taglia fuori l'abitato.

Se tutti i ponti hanno un nome, questo come si chiama?
Questo è "'l punt d'la Feiteria"; in quel complesso di edifici che hai alle tue spalle vi era una conceria di pellami che era già attiva alla fine del '700 ed ha cessato la sua attività dopo la metà del 1900. Quello che vedi alla tua destra è il ponte in cemento che ne ha sostituito uno in ferro, chiamato "punt dl'asilo", al quale hanno dedicato persino una poesia.
Un tempo sul Soana, vi era anche un ponte usato dagli operai della manifattura ed uno che raggiungeva la borgata Raie partendo da Villanuova, ma le piene del torrente li hanno distrutti.
I torrenti possono arrecare molti danni quando si gonfiano per le piogge; però per Pont e la sua economia sono stati indispensabili.
immagine ingrandita Ponte di Via Roma su Torrente Soana (apre in nuova finestra)
Perché?
Il paese ha avuto uno sviluppo artigianale e, successivamente, industriale grazie alla ricchezza d'acqua la cui forza, incanalata in rogge e condotte, ha permesso la produzione di energia idraulica per mettere in movimento macine, magli e telai. Oggi viene usata per produrre energia elettrica per le fabbriche.

Dove porta la strada che c'é prima del ponte? Risalendo il fianco della montagna, quella strada raggiunge molte borgate: Oltresoana, Raie, Panier, Santa Maria, Sangiapiana, Truch Bertot, Truch Bonet, Pianseretto, Truccà e Faiallo; poi lascia il territorio pontese per arrivare a Frassinetto.

Che nomi strani! E c'è qualcosa di bello da vedere?
Ogni borgata meriterebbe una visita: ti consiglio di farlo. Anche la montagna di fronte a te, l'Arbella, è costellata di borgate che puoi raggiungere percorrendo la provinciale della Valle Soana: Stroba, Configlié, Monpont, o inerpicandoti a piedi per arrivare a Coppo, a Gea, a Buttifinera.
Se vuoi invece visitare Deirbianco, Niculé o Piancerese dovrai dirigerti sulla strada per Sparone.
Infine, a piedi, potrai arrivare a Formiero, unica borgata sulla montagna di Alpette appartenente al comune di Pont; per giungervi in auto occorre passare da Cuorgné.

E se proseguo sul ponte?
Raggiungi il centro del paese: ti invito a scoprire e ad apprezzare i piccoli tesori di arte, di storia e ... di gola che Pont può offrire...
Prima però ti voglio raccontare un'ultima cosa: Pont si chiamava, in un tempo molto lontano, Rordilitegna, che signica "passaggio fra due valli"; durante il Medioevo era conosciuto come "Ad Duos Pontes" poiché per entrarci occorreva passare attraverso i ponti e pagare un pedaggio.
Questi due nomi ti aiuteranno a capire meglio lo spirito del paese e la funzione che ha avuto e continua ad avere per questo territorio.

Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Inizio Pagina Comune di PONT CANAVESE (TO) - Sito Ufficiale
Via Marconi n.12 - 10085 PONT CANAVESE (TO) - Italy
Tel. (+39)0124.862511 - Fax (+39)0124.84873
Codice Fiscale: 83501970012 - Partita IVA: 02413750015
EMail: info@comune.pontcanavese.to.it
Posta Elettronica Certificata: pont.canavese@cert.ruparpiemonte.it
Web: http://www.comune.pontcanavese.to.it


|