Salta al contenuto
Rss




La Grande Cascata

Alla Scoperta del "Pisùn 'd Fraciàm"immagine ingrandita Cascata del Pisun d Fraciam (apre in nuova finestra) Ci sono cose a cui, chissà perché, diamo scarso valore, a volte perché le sottovalutiamo in base a metri di paragone non sempre così affidabili e certi, ma altre volte semplicemente perché, pur avendole a due passi da casa, non le conosciamo affatto.
Una di queste è certamente la grande cascata che le acque del Rio Pissa (Riàn dla Pìsa) formano proprio al confine tra i Comuni di Pont e di Sparone, precipitando con una serie di salti successivi da una bastionata rocciosa alta circa cento metri, per attraversare poi la ex strada statale 460 di Ceresole e confluire quindi nel vicino torrente Orco.
La cascata è localmente nota con il nome di "Pisùn 'd Fraciàm", dal nome della frazione di Sparone (Frachiamo) che il rio, nato dalle pendici della Punta Arbella, attraversa più a monte. E se è pur vero che, nei periodi di assenza di piogge, la quantità d'acqua della cascata è minima, bastano due giorni di precipitazioni continue per fare di questo salto d'acqua, sito nei pressi della borgata Fasane di Pont, uno degli spettacoli della natura più imponenti e suggestivi delle valli Orco e Soana.
immagine ingrandita Cascata del Pisun d Fraciam (apre in nuova finestra) Gonfia d'acqua, la cascata emana infatti dalla stretta gola rocciosa da cui discende un rombo assordante e nuvole di vapori, che valgono davvero una sosta ad ammirarla per chiunque, in tale frangente, si trovasse a transitare lungo la strada che sale in valle dell'Orco.
Ma questa serie di salti d'acqua, la cui altezza complessiva è di parecchie decine di metri, risultano particolarmente suggestivi anche durante l'inverno, quando il Rio Pissa, pur ridotto ai minimi termini come portata idrica, nei giorni di gelo intenso disegna sulle rocce della cascata favolosi ricami di ghiaccio in equilibrio precario, ed il primo sole invernale traccia un caleidoscopico arcobaleno tra le rocce dell'anfiteatro roccioso da cui precipitano le acque.
Oggi il Pisùn 'd Fraciàm giace, per la verità, quasi dimenticata da tutti, meritandosi tuttalpiù uno sguardo fugace e distratto dagli automobilisti in transito sulla ex S.S. 460 diretti verso Ceresole Reale ed il Parco Nazionale del Gran Paradiso, ed anche la traccia di sentiero che sale verso la cascata è ormai invasa da sterpaglie ed arbusti che ne rendono difficoltoso, e finanche pericoloso, l'avvicinamento.
Ma ci sono state certamente stagioni più felici per questa vera e propria bellezza naturale delle nostre valli, caduta immeritatamente nel dimenticatoio.
immagine ingrandita Cascata del Pisun d Fraciam (apre in nuova finestra) Basti pensare che essa è citata da Martelli e Vaccarone nella loro famosa "Guida delle Alpi Occidentali", pubblicata dal Club Alpino Italiano nel lontano 1889, che così scrivevano allora: "...rimontando sulla sinistra dell'Orco, a mezz'ora dall'abitato ( di Pont ), s'incontra la così detta cascata 'l pissun d' Fra Ciam, ammirevole durante le pioggie, da eguagliare se non superare quella di Noasca. "; e vi sono inoltre cartoline postali, risalenti a circa un secolo fa, che già ritraggono la cascata formata dalle acque del Rio Pissa.
Se mai lo avete fatto finora, provate dunque, dopo almeno un giorno di pioggia copiosa, ad andare ad ammirare dalla strada per Sparone il Pisùn 'd Fraciàm in tutto il suo possente fragore d'acque che precipitano nel vuoto, e capirete forse perché non è un luogo comune dire che, a volte, si cercano sempre nuove e più lontane mete mentre ancora non si conosce davvero quanto di bello abbiamo sulla soglia di casa.

Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Inizio Pagina Comune di PONT CANAVESE (TO) - Sito Ufficiale
Via Marconi n.12 - 10085 PONT CANAVESE (TO) - Italy
Tel. (+39)0124.862511 - Fax (+39)0124.84873
Codice Fiscale: 83501970012 - Partita IVA: 02413750015
EMail: info@comune.pontcanavese.to.it
Posta Elettronica Certificata: pont.canavese@cert.ruparpiemonte.it
Web: http://www.comune.pontcanavese.to.it


|